Astro is Back

“A cosa stai pensando ? ”.

Ogni volta che apro la mia pagina, mi sento rivolgere questa domanda da FB….

Mi sono riproposto molte volte di provare a rispondere a questo semplice interrogativo, ma per farlo devo attivare una dinamica che non è propria degli instant socials, regno incontrastato delle esternazioni di pancia…; 

Devo rispolverare le amate modalità di Splinder e WordPress, piattaforme Blog dove la scrittura era un percorso lento.

Duccio Demetrio nella sua Accademia del Silenzio sosteneva che “ Scrivere è tornare sui tuoi passi …”, richiamando dalla memoria un affresco le cui linee stinte vengono rinnovate disfacendo le trame di emozioni fatte di colori e suoni profumati dalle fragranze carezzevoli e fruscianti del sogno, per poi ricomporre un nuovo insieme frutto di letture ad occhi chiusi e mente aperta.

E’ un esplorare quelle pieghe del sentire che il viaggio corto di un caffè poteva aver magicamente acceso in una piega nascosta di una giornata qualunque….

Devo riprovarci….

Devo creare la giusta atmosfera per vivere il sogno da sveglio….

Quando posso ritirarmi nel pensare, la mia mente è come il titolo straordinario di un libro orribile..” Caos Calmo”…, ossimoro perfetto di un lento tumulto che gorgoglia ribolle e rimescola parole e respiri… e pure sospiri…

Musica…ci vuole Musica…..

Mozart…piano concerto n° 21 , Debussy claire de Lune… Bach Variazioni Goldberg

Musica…ci vuole Musica…..

Ci siamo…

Le  note rotolano su è giù per il mio cuore stanco….oppresso da cieli cupi che non avrei mai creduto potessero tornare ad offuscare le luci del Bel Pese…

A questo penso Mr. FB….

Cosa sta succedendo….

Com’è possibile che quando mi affaccio in rete leggo solo di atrocità politiche da esplosione frattale…

Perché…perché…perché….

Com’è possibile che io stesso senta il desiderio di inveire, attaccare…mordere con la penna (ops…tastiera) per negare con sdegno le follie di un gruppo di nessuno che si crede padrone del diritto di disprezzare il bene più prezioso che abbiamo, la LIBERTA’….premio immeritato da una generazione che nemmeno conosce il sacrificio imponente dei nostri nonni, che ha dimenticato che se oggi possono guidare il Paese, proprio a loro devono l’resistenza della Democrazia che li ha eletti.

Respiro…… ascolto Bach….

Chiudo gli occhi ed evoco la Bellezza…. .

Mi fermo…e Penso…..

Scivolo nel Tempo….(Carlos santana – Caravanserai – Eternal Caravan of reincarnation – concerto per Grilli e Deserto…)

Salvo lo scritto e cerco una foto….

Il mio Avatar…..

Notte….vigilia di un esame… Fisica 1. Argomento a piacere….Aspetto differenziale delle Leggi Dinamiche di Newton…..

Camera di College…ore 1 a.m.   d’un tratto si spalanca la porta ed esplode un flash mentre sussulto ad un perentorio “Hola GIGI !!!”

Figlio di una generazione di pazzi….Figlio delle Stelle….

Anni indimenticabili

Eskimo e anfibi…Mani sempre sporche di ciclostile…

Barbe ridicole da giovani rivoluzionari…

(https://www.youtube.com/watch?v=vZEBqgeHS8k)

(Keith Jarrett – The Wind – Live in Paris)

Mi fermo e scivolo fra le note….

Penso

Ripenso …e mi rivedo al liceo….proletario in una scuola di benestanti….effetto di uno smistamento con altri 4 COMPAGNI

15 anni ed ancora non sai bene cosa il mondo sta vivendo dopo il 68

Ma tu senti che c’è qualcosa di sbagliato..

Tradurre Seneca o capire le formule di prostaferesi è difficile per tutti, Neri e Rossi, poveri cristi e business class…

A me piace la Betty…Oh My God se è carina, so pretty….

Ma per lei io sono uno sporco comunista….

Solo perché sono timido…non sono arrogante….sono spesso silente… schivo…

Finchè non  mi alzo e con un fil di voce prendo la parola in assemblea….in Aula Magna il timbro è leggero ma il tono è fermo.

Parole accese. Luminose…io le sento ROSSE !!!!!!!

Non le penso….le vivo….IO NON CI STO. Mi permetto di far notare come sia profondamente ingiusto che…..

………

E poi in strada…

In altre scuole…

Dai professori

Al Provveditorato….

E finisco sul Corriere della Sera….

Alla fine il Ministero della Pubblica Istruzione accetta la richiesta della Città di Cremona di NON smistare 4 classi quarte di 3 diversi Istituti superiori della città.

……

Omississ…..che non vuol dire Oh Che Belle Signore……..

Politica è questo…Confronto, battaglia, dialettica, argomentazione ,,,sensibilizzazione, rielaborazione, dibattito studio, verifica, ricerca della soluzione migliore …umile mansione di servizio per la collettività….

Per quel che sto pensando adesso ci vuole del buon Jazz…..

Per definire le regole bisogna saper cosa significa avere delle regole.

E come fa il jazz …bisogna anche saper andare Oltre…per creare nuove regole più ampie…

Più inclusive….

Penso…che è trascorso quasi mezzo secolo….da quando usavo queste….

(https://www.youtube.com/watch?v=zrz8NuALuj8)

(Pink Floyd – Marooned)

Non ho più smesso di cercare il mio “Oltre”……

Me l’ha insegnato la mia generazione.

Abbiamo goduto di conquiste straordinarie, quali la Libertà di essere ciò che sentiamo, di poter esprimere le nostre passioni…

Il Mondo è un posto migliore di quando siamo nati

Il mondo è la fuori

Per noi Tutti

Belli e brutti

Bianchi o Neri

Non abbiamo confini ne fuori di noi ne dentro di noi

Possiamo sognare….

(mi fermo….le lacrime mi velano il monitor)

Caffè…..ilo mio sangue nero….bollente e zuccherato….….

Poi è arrivata Lei…

…ed il mio Oltre sono diventati 2…..

Sorrido sempre a questo sorriso…

Ho sorriso anche alla sua Laurea cinese conseguita a Shanghai dopo quella al politecnico di Milano…

Fra pochi giorni si chiuderà a Lisbona il suo ciclo di studi con Laurea Magistrale, Specialistica e Master..

20 anni di studi…..quattro quinti della sua intera vita per provare a salvare il nostro Pianeta agonizzante…

Lei con migliaia di altri giovani talenti che hanno eliminato i confini dal loro raggio d’azione meritano di poter essere fieri di essere nati e cresciuti nel Paese di Galilei, Leonardo, Dante, Puccini, Rita Levi Montalcini, Carlo Rubbia etc….per non citare la Magna Grecia e Roma….

Ecco perché il mio pensiero urla di nuovo un poderoso

        IO NON Ci STO

Seguendo nostra figlia nei suoi percorsi fra Università di mezzo mondo, io e mia Moglie abbiamo ricevuto grande apprezzamento per il nostro essere Italiani, che si fosse in Cina o negli Stati Uniti non importa…

 Ma adesso…ci sentiamo immigrati a casa nostra…

Non riesco a restare indifferente al grave degrado della nostra cultura, smantellata a picconate da una crescente ignoranza, professata come unica via per il cambiamento, regredendo a tempi in cui la paura dell’altro era figlia della guerra….

Oggi la guerra è una ferita dolorosa ma lontana e viva ancora solo nei pochi ultraottuagenari che l’hanno vissuta sulla pelle…

Già …la pelle….quel sottile involucro di cellule diversamente pigmentate che fanno la differenza…

Se il più importante brand al mondo è il Made in Italy, lo si deve agli Italiani che lo hanno portato ovunque sul pianeta emigrando…

La mia prima esperienza di vita da Civis è stata vissuta sugli insegnamenti di illustri pensatori di grande esperienza e spessore umano, indipendentemente dalla tipologia del loro orientamento: sia i Repubblicani che i Monarchici avevano solide basi filosofiche morali e storiche che sostenevano le loro visioni laiche e/o cristiane.

Le vicende che hanno portato alla formulazione della Carta Costituzionale hanno definitivamente chiuso la porta ai disastri monarchici e fascisti..aprendo al Paese un futuro di cui noi siamo il presente ma di cui i nostri figli potrebbero non essere il futuro…

E questo grazie a chi…?

Come posso accettare che al potere ci siano persone che non hanno vissuto neppure un giorno di lavoro.

Come posso accettare che a gestire l’istruzione ci sia un bidello..

Come posso accettare che alla sanità non ci sia un primario ricercatore oncologo…

Come posso accettare che alle infrastrutture non ci sia un Manager Ingegnere Civile

Come posso accettare che un figlio di un grande fratello (trash tv) possa decidere i destini di tecnici della Banca d’Italia

Come posso pensare che il popolo di FB possa criticare il presidente della BCE o chi è stato presidente della Comunità Europea….

Come posso rimanere impassibile alla cancellazione dei progetti Erasmus con l’Africa operato da un losco figuro che in 14 anni alla Statale di Milano non è riuscito a laurearsi in storia, professa idee da KuKluxKlan e può vantare solo il primato di fesserie trasformate da battute da bar sport a motivo di imbarazzo internazionale.

Per tacer del resto.

       IO SONO INDIGNATO.

Non posso rimanere in silenzio di fronte a tale scempio.

Ecco cosa penso MR FB.

Penso che userò questo mezzo per denunciare al mondo le nefandezze cui assisto

Penso che non mancherò di imbrigliare la mia rabbia in una severa disciplina di scrittura classica, corretta, elegante e sofisticata come solo la lingua nostra può essere.

Non permetterò alla foga dei social di obnubilare la fonte prima della Civiltà italica: il RISPETTO.

Non farò mai uso di termini gergali o di volgarità becere e disgustose purtroppo ormai dilaganti ovunque quantunque e comunque.

YES Mr FaceBook, questa è una dichiarazione di guerra

Non santa ne civile

Ma Guerra all’ignoranza

Guerra al degrado

Guerra al razzismo

Guerra alla violenza di ogni tipo

Guerra alle discriminazioni di ogni tipo

Yes Mr FB…Astro is back…..

A voi che siete arrivati a leggere fin qui depongo un GRAZIE di cuore.

A Voi che vorrete lasciarmi un pensiero, un appunto, una critica, un consiglio o anche solo un ciao…un Grazie al quadrato….

A voi che vorrete aiutarmi a passar parola che non tutto è perduto….una stretta di mano ed un sorriso….

Per Aspera ad Astra

 

GB.

Annunci

Bolle di sapone

Les yeux dans les yeux

soapbubble151cv4Vorrei indietro la mia bicicletta rossa, quella con i pendagli di plastica colorata che dondolano dal manubrio, quella senza il parafango posteriore e i nastri adesivi colorati ai raggi delle ruote. Vorrei di nuovo i prati con le lucciole e le sere fredde in motorino per le strade di montagna, e le notti d’agosto sdraiato a contare le stelle cadenti perso negli occhi di quella lì accanto che pensava a tutti tranne che  a me.

Vorrei i miei amici di allora, le partite a pallone, i graffi della ghiaia sulle ginocchia. Vorrei il mio futuro, quando era ancora una promessa, una strada aldilà dell’orizzonte. Vorrei di nuovo il batticuore per un incontro e il profumo delle notti nel bosco con una  torcia in mano e al collo il fazzoletto da scout, Hemingway nella tasca dello zaino. Ma soprattutto vorrei sapere chi sono perché non mi riconosco più in quel mio io…

View original post 134 altre parole

Lost Christmas

Forse l’ho già fatto uno dei Natali scorsi….ma ripubblico questo scritto lontano perchè non saprei dirlo meglio….è un augurio sincero per ogni viandante capitasse qui…fra le pieghe del mio tempo….Buon Natale….GB

Il Signore delle Stelle

…Lost Christmas…

 

Ho perso il Natale.

 

L’ho lasciato laggiù, in quel tempo sospeso fra il sogno ed il rimpianto.

 

E forse è meglio così.

 

Preferisco ricordarlo come un’onda lenta che ti lambiva dapprima i piedini per arrivare poi ad avvolgerti di coccole e sorrisi…

 

 

 

L’albero con gli addobbi fragilissimi, palline di materia colorata più simile al respiro del ghiaccio che al vetro…

 

 

Si vestiva con fiocchi di neve in cotone…

 

le lucine erano ancora un lusso raro così come i doni non fatti di legno e d’amore…

 

 

E poi c’erano Mamma e Papà…

 

 

 

 

 

 

 

Nessuna luce laser o tecnologia led mi restituirà mai i loro sorrisi…

 

 

 

Erano Natali poveri…

 

Erano Natali semplici…

 

Erano Natali veri.

 

 e poi c’erano i Nonni…

 

I Nonni.

 

Forse loro potrebbero raccontarci come erano le Festività…

View original post 312 altre parole

Song Without Words

Avrei voluto tornarci….ma un imprevisto me lo ha impedito…ed allora ripercorro in queste dolci anse del Tempo una magia che mi porto dentro…

Il Signore delle Stelle

…Song Without Words…

 

 

E’ una canzone senza parole il ricordo di questo viaggio.

 

 

Sarà che i miei giorni si vanno accorciando come quelli di questa lunga estate calda, ma al poltrire su una spiaggia assolata ho preferito un viaggio “largo” l’Italia…

 

 

Largo perchè ho scelto un tragitto orizzontale, per vedere più cose possibili di questo Paese fatto di mille colori e di mille stupori.

 

 

Una specie di Coast to Coast nostrano dalla porta dell’Est fino alla Valle d’Aosta, curiosando fra mille chiese e cento mercati…

 

 

Mi sono fatto 2 passi

 

(Maniva e Crocedomini)

 

per cercare orizzonti liberi e luminosi,

 

salendo pian piano verso salotti verdi ove sostare ad ascoltare il Sole, a leggere la luce, a respirare il Cielo…

 

 

 

 

E’ su queste cime che è nata l’idea di andare fin laggiù dove sembra di vedere il riflesso del Mare…

View original post 458 altre parole

…Emozionare…

SkyLinePieveSoncino

(Pink Floyd – Louder Than Words (The Endless River). Il Brano è Parte Integrante del Post)

Dicono io sia capace di emozionare…

Sarebbe straordinario…perchè ieri sera ho provato profonda Emozione…

Ne ho provate molte, a dir la verità…ieri sera…a Milano…

Ho rivisto dopo molto tempo una cara Amica di quel momento magico che fu l’Era di Ibridamenti…

Anna bell’Anna….sempre più Bella e sempre più Anna….

Ho visto una Milano di sera che non mi ricordavo….sarà stato che avevo Anna appesa al mio braccio….sarà che in Darsena non c’ero mai stato di sera….

20141126_182710

…Sarà…

Oppure sarà stato quel trovarsi di nuovo fra anime scriventi, addetti al recupero di attimi che portati in poche righe, possono ricreare mondi scomparsi, rileggerne di contemporanei, o tratteggiarne di futuri più o meno foschi…

Una proposta di 2 scrittori che hanno letto i loro racconti su una MilanoPassata, una Presente ed una Futura

Una Milano a 2 Voci.

20141126_192127

E questa è stata un’altra grande Emozione.

Poi ho ripreso la via di casa.

20141126_202751

A piedi fino in Porta Genova…poi un arcobaleno di Metro..

Verde, Rossa, Gialla…

Infine la Panda e via verso la notte….

Pioveva sulla Paullese, ma quella pioggerellina che bagna appena anche se ti entra nel cuore…

Musica in auto per cancellare il motore e lasciare libera la mente…che torna sui suoi passi, rilegge ciò che è stato letto, rimescola ciò che è stato detto…

E poi un brano inatteso…il Cuore di ferma…e dagli occhi piove dentro….

Un pensiero bizzarro che esce da un dolore dimenticato…ma che si tinge di dolce tormento e aiuta a tornare in un tempo lontano.

Ho rivisto un me stesso che pensavo di avere cambiato…

Non era la prima volta che assistevo ad una lettura di racconti brevi.

Anche se dall’ultima volta saranno passati almeno 30, 35 anni…

Ricordo che allora si scriveva a penna e si leggevano fogli di blocco con i buchi ai lati che talvolta se non sgualciti, erano proprio martoriati…

Chi leggeva non sempre era l’autore, ma capitava che qualcuno sapeva meglio di altri recitare un testo piuttosto che cantilenarlo come alle elementari …

Io non ho mai letto.

Ma ho sempre scritto, senza firmarmi mai con il mio vero nome…

Avevo vergogna anche di scrivere.

Però i miei fogli erano i più ordinati, senza un orecchio o anche solo una macchia di inchiostro.

Restavo sempre in fondo all’aula….non erano proprio sale da conferenza…e nemmeno sale da thè.

Avevo timore che qualcuno indovinasse che chi aveva scritto quel testo potessi essere io.

Perchè alla lettura dei miei quadretti in parole seguiva sempre il silenzio.

Ed io restavo col fiato sospeso…finchè una mano si decideva ad unirsi all’altra e finiva che poi arrivava l’applauso.

Allora uscivo pian piano e ritornavo a casa.

Mi hanno detto che dopo quei soggiorni lettarari (salotti sarebbe troppo…), ci si fermava sempre per 2 pasticcini ed un crodino…

Si commentavano i racconti e si condividevano le emozioni provate…

E praticamente sempre…l’Emozione più grande veniva dal testo il cui autore non c’era…

Era sulla strada di casa…silenzioso ed assente nel suo esser presente in tutti i cuori che aveva raggiunto con le sue prose gentili.

Stunning Images of London covered in Fog

Mi succede ancora.

Nessuno sa chi di chi sia quel pezzo…ma salta sempre fuori.

nessuno sa dove sia finito Astro…ma chissà perchè se ne va sempre…

forse perchè non sa reggere le Emozioni

forse perchè le sente lui per primo

Sono quasi due anni che ho ripreso a vivere.

Sono quasi due anni che ho ripreso ad emozionarmi.

Sono quasi due anni che sono tornato a provare ad emozionare gli altri.

Sono quasi Due anni che sono tornato ad Amare.

GB

Scrivere il Silenzio

Blog_001_rid

(Modà – Favola. Il Brano è Parte Integrante del Post)

E’ Molto tempo che non scrivo quaggiù…

Ma ho scritto altrove…

Non ho usato penna o tastiera…

Ho scritto col Cuore.

Mi fermo in questo angolo di Tempo Sospeso per fissare vuoti e silenzi che hanno riempito spazi ingombri di nulla.

Ho bisogno di un reale esteso qual’è la Rete per allineare punti di Luce che non possono essere tratteggiati su un foglio o raccolti in un’immagine….

Sono Emozioni.

Ho cercato per tutta la mia vita un Oltre…

…Ma temo dovrò andare Oltre quello straordinario Oltre che ho incontrato….

Per ora l’unico modo di scriverne è non tracciare alcun testo.

Posso solo restare immobile ed in Silenzio ad ascoltare il Cuore…

Come vado sostenendo da sempre,la poesia più bella è quella non scritta; posso solo chiudere gli occhi e cancellare il mondo….spegnere ogni disturbo ed accogliere il Silenzio in me….

Solo così potrò tornare in quella Magica Sfera Sospesa…Oltre…

Lasciarmi avvolgere…

Lasciarmi affondare…

Lasciarmi coccolare…

Lasciarmi annullare…

Per poi andare Oltre…

GB

Devo tornare a Scrivere….

IMG_3316_rid

(Massive Attack – Safe From Harm – Perfecto Mix. Il Brano è Parte Integrante del Post)

Manco da troppo tempo da queste parti.

Sono stato troppo occupato a vivere.

Anche se adesso che mi sono seduto e vi ripenso….non so dire bene se e cosa ho vissuto…

Scrivere significa tornare sui propri passi…

E’ ciò che devo fare…

non so quanti ne avrò davanti…

ma so per certo quanti ne ho alle spalle…

A presto .

GB

Il dramma del “fine vita” ci riguarda tutti…

….il mio pensiero espresso come non sarei mai stato in grado di fare….

Michela Marzano

Perché negare a chi è in fase terminale di una malattia incurabile il diritto di morire degnamente? Perché accanirsi a mantenere in vita chi, dalla vita, si è già progressivamente allontanato? Le polemiche che nascono ogniqualvolta si cerchi di affrontare in Italia il tema delle scelte di fine vita sono sempre molto ideologiche. Forse troppo. Soprattutto quando, dimenticandosi delle condizioni drammatiche in cui vivono oggi tanti malati terminali, si insiste a voler opporre tra loro i concetti di “dignità della persona” e “autonomia individuale”, riempiendosi così la bocca di parole che suonano bene – e che molto spesso ci fanno sentire in pace con la nostra coscienza – senza interrogarsi sul senso della vita, del dolore e della morte. Nei Fratelli Karamazov, Dostoevskij scriveva: “Ama la vita più del senso, e anche il senso troverai”. Ma quando si è gravemente malati e non c’è più niente da fare, che…

View original post 373 altre parole

L’inflazione c’e stata: Bicep2 lo conferma

un altro link interessante…
http://www.borborigmi.org/

GB

TuttiDentro

Gravitational waves: Bicep2 at the South PoleIl telescopio Bicep2 (in fondo sulla sinistra) al Polo Sud con cui si sono individuate le onde gravitazionali primitive. Photograph: Lindsey Bleem/South Pole Telescope blog . Disponibile su: The Guardian- http://www.theguardian.com/science/2014/mar/17/primordial-gravitational-wave-discovery-physics-bicep

La conferma e’ arrivata ieri alle 17 ora italiana dall’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics. Per la prima volta e’ stato catturato l’eco gravitazionale del Big Bang. L’esperimento Bicep2 (Background Imaging of Cosmic Extragalactic Polarization 2)  ha permetto di individuare il segnale delle onde gravitazionali proprio nelle perturbazioni della radiazione cosmica di fondo.

Le onde gravitazionali furono previste da Albert Einstein nella sua Teoria della Relativita’ Generale, in quanto gli oggetti in moto perturbano lo spazio-tempo generando delle onde come quelle prodotte da una barca in un lago. Ma queste onde sono importanti in quanto sono quelle prodotte durante il Big Bang e che confermano in modo definitivo l’inflazione, la fase di espansione accelerata che l’Universo subi’ quando l’Universo…

View original post 203 altre parole